PICCOLI PANINI CON VERDURE

PICCOLI PANINI CON VERDURE

300 430 CUOCHI MA BUONI
pane, verdure, panini vegetariani, panini, Luca Giovanni Pappalardo, Boombang Design

Troia non è solo una brutta parola. Troia non è solo un insulto alla voracità sessuale di una donna. Troia non solo il sinonimo di scrofa. Troia è anche l’altro nome di Ilio. Ilio è la città che da il nome all’Iliade. Non avrebbe potuto chiamarsi Troiade.
Te lo vedi Omero che scrive la Troiade? A parte che era cieco, a parte che forse non ha scritto un bel niente di quello che gli viene attribuito.
A parte che al tempo essere ciechi non era un handicap, bensì una spinta verso la visionarietà assoluta. A parte il fatto che non sappiamo niente di Omero.
Io però di Omero mi sono fatto un’idea che è la seguente:
Omero (il non vedente) era il racconto sacro, la parola che insegue la parola fino a costruire un racconto in versi perfettamente costruiti e sulla base di queste fondamenta abbiamo fondato ed edificato il nostro tessuto sociale. Cioè facciamo schifo. Facciamo schifo perché delle fondamenta ci dimentichiamo sempre. Le mettiamo sottoterra, le nascondiamo, le sotterriamo e le dimentichiamo. E sopra queste costruiamo merda, merda, merda fino al cielo. Allora io, alla luce di questo, ho pensato ad un pane che nasconde e rivela.
Per questo amo le palafitte, perché le fondamenta si vedono, però non ci abito perché è troppo umido.
Ho deciso di nascondere le verdure nel pane, ma non le solite verdure cotte e tristi che troviamo nei panzerotti o altri cosi dei bar. Verdure crude che lievitano e cuociono nel pane.
Il pane diventa un cavallo di Troia.
Il pane con le verdure diventa un monumento alle fondamenta.

INGREDIENTI (PER UNA DECINA DI PANINI)
200 gr di farina semi integrale
150 gr di farina di semola
190 ml di acqua
3,5 gr di lievito di birra in polvere
mezzo cucchiaino di zucchero
6 gr di sale
un cucchiaio di olio extravergine d’oliva
2 zucchine medie

PROCEDIMENTO
Frullare il cuore delle zucchine (estratto con l’apposito scovolino) e una parte della buccia , quindi mettere il composto in una ciotola e amalgamarlo con la farina ed il sale. Aggiungere lo zucchero ed il lievito sciolti nell’acqua con l’olio. Dopo aver impastato dividere il composto fra i bambini facendoli impastare per altri 5 minuti e quindi formare delle palline sulle quali verranno posti i cerchietti di zucchina che avrete ottenuto tagliando a fettine le zucchine bucate. Aspettare che i panini raddoppino e quindi infornarli a 180 gradi per 10 minuti.

Ricetta pubblicata sul Corriere della Sera il 14 Maggio 2017

RICETTE LETTERARIE

Shares