LA CANTINETTA

LA CANTINETTA

320 454 CUOCHI MA BUONI

La Cantnetta – Piazzale Carlo Archinto – 20159 Milano

La Cantinetta è Luca che si autoinnesca in mille storie con mille anime in quell’inferno così assoluto e fuori misura che vegeta assonnato sotto gli ombrelloni e sopra i tavolini tra patate al forno, pasta al sugo e polpette X.
La Cantinetta è la mamma di Luca che lo tormenta e lo protegge.
La Cantinetta è Bianconi che sta lì con i suoi amici e nessuno gli rompe i coglioni, ne potrebbe morire.
La Cantinetta è il fotografo che fa reportage di guerra ed è ancora vivo.
La Cantinetta è il giornalista di Linus che abitava dove abito io adesso.
La Cantinetta è i piccioni presi a calci da Luca.
La Cantinetta è le libraie in pausa pranzo.
La Cantinetta è i tossici in pausa pera.
La Cantinetta è la tenerezza di certe idee di certi filosofi.
La Cantinetta è notte e giorno. Più sera che notte. Cioè… si sta aperti finché Luca non si rompe i coglioni e poi via… filare… o chiamo la madama se il primo sciroccato col cazzo di fuori mi piscia sulla testa dei bambini… allora…
La Cantinetta sono le designer o grafiche o creative che fanno le riunioni davanti ad un caffè la mattina, un piatto di pasta a pranzo e uno spritz all’aperitivo. Cazzo che riunioni! Se rinasco faccio il grafico.
La Cantinetta è lo sguardo di Luca che domina tutti i punti cardinali di piazzale Archinto. Avrà 11 decimi, cazzo.
La Cantinetta è Luca che mi fa… che lavoro di merda che facciamo Chef… e giù a lamentarci… e giù a pensare a vite migliori… e giù con la testa a tornare sempre alle nostre… le nostre vite di ogni giorno… coi nostri ruoli… e i nostri eroismi belli e inutili come tutte le cose belle che infine altro non sono che stelle calpestate sul pavimento del piazzale giorno dopo giorno dall’apertura all’ora di chiusura.

RECENSIONI

Shares